Sottocategorie
Energia

 
  • Costo: €200,00
                                                                                         
     

    DOCENTE

     
     

    Sez

     
     

     
     

    PROGRAMMA

     

     
     

    CONTENUTI

     
     

    ///

     
     

    ///

     
     

    Questionario d’ingresso

     
     

     
     

    A

     
     

    ///

     
     

    Termodinamica elementare

     
     

    Principi e fondamenti della refrigerazione: Grandezze fisiche - Unità di misura - Termometria - Propagazione del calore - Il circuito frigorifero - I nuovi fluidi e relativa prima analisi di tutti i componenti del circuito frigorifero - Analisi dell'impianto in generale - Nozioni sul protocollo di Kyoto e della regolamentazione 842/06 e successivi decreti attuativi.

     
     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    A

     
     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    ///

     
     

    Impatto dei refrigeranti sull’ambiente e relativa normativa ambientale

     
     

    Termodinamica (diagrammi) - Analisi dei nuovi refrigeranti (R134a, R407C, R410A, R404A, R507, ecc.) - Termodinamica del circuito frigorifero in relazione ai nuovi fluidi - Diagrammi "Pressioni -Entalpia" dei vari fluidi frigorigeni attualmente in uso - Analisi completa del circuito frigorifero e delle sue parti essenziali.

     

     

    I cambiamenti climatici e del Protocollo di Kyoto

     

    Concetto di potenziale di riscaldamento globale (GWP), dell’uso dei gas fluorurati ad effetto serra e di altre sostanze quali refrigeranti, degli effetti prodotti sul clima dalle emissioni di gas fluorurati ad effetto serra (ordine di grandezza del loro GWP), nonché delle disposizioni pertinenti del regolamento (CE) n. 842/2006 e dei regolamenti che attuano il presente regolamento

     

    ///

     
     

    ///

     
     

    TEST SEZIONE A

     
     

     
     

     

     

    B

     
     

     

     

    ///

     
     

    Controlli per la ricerca delle perdite

     
     

    Utilizzare le tabelle e i diagrammi pertinenti e interpretarli nell’ambito di un controllo delle perdite per via indiretta (in cui rientra anche la verifica del buon funzionamento dell’impianto): diagramma log p/h, tabelle di saturazione di un refrigerante, diagramma di un ciclo frigorifero a compressione semplice

     
     

    B

     
     

    ///

     
     

     
     

    Descrivere la funzione dei principali componenti dell’impianto (compressore, evaporatore, condensatore, valvole di espansione termostatica) e le trasformazioni termodinamiche del refrigerante

     
     

     
     

     
     

     
     

    Conoscere il funzionamento di base dei componenti utilizzati in un impianto di refrigerazione, nonché il loro ruolo e l’importanza da essi rivestita nella prevenzione e nel rilevamento delle perdite di refrigerante: a) valvole (valvole a sfera, diaframmi, valvole a globo, valvole di sicurezza); b) dispositivi di

     

    controllo della temperatura e della pressione; c) spie in vetro e indicatori di umidità; d) dispositivi di

     

    controllo dello sbrinamento; e) dispositivi di protezione dell’impianto; f) strumenti di misura come gruppi

     

    manometrici a scala multipla; g) sistemi di controllo olio; h) ricevitori; i) separatori di liquido ed olio

     
     

    ///

     
     

    ///

     
     

    TEST SEZIONE B

     
     

     
     

    C

     
     

    ///

     
     

    Controlli per la ricerca delle perdite

     
     

    Conoscere le prescrizioni e le procedure per trattare, stoccare e trasportare refrigeranti e oli contaminati

    Compilare il registro dell’apparecchiatura 
     

    C

     
     

     
     

     
     

    Conoscere i potenziali punti di perdita delle apparecchiature di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore

    Le valvole termostatiche. 

    Come operare con l’R410a.

     

    Consultare il registro di apparecchiatura prima di iniziare una ricerca di perdite e individuare le informazioni

     

    inerenti ad eventuali problemi ricorrenti

     
     

    ///

     
     

    ///

     
     

    TEST SEZIONE C

     
     

     
     

    ///

     
     

    ///

     
     

    TEST FINALE

     
     

     
     

     
     

     
     

    Questionario di customer satisfaction

     
     

  • RESPONSABILE DEL CORSO: Ing. Salvatore Calcagnile

    Sez

    PROGRAMMA

    CONTENUTI

    A

    ///

    Terminologie e definizioni

    Effetti sull’ambiente

    Terminologie e definizioni specifiche: i rifiuti, i codici CER, i rifiuti solidi urbani.

    Caratteristiche quantitative e qualitative dei rifiuti solidi urbani.

    Legislazione di riferimento in ambito di gestione dei rifiuti.

    ///

    ///

    TEST SEZIONE A

    B

    ///

    Tecniche di valutazione del rischio rifiuti e minimizzazione degli impatti

    Principali controlli da effettuare sulla corretta gestione dei rifiuti: compilazione del registro di carico / scarico dei rifiuti, formulari, autorizzazioni.

    Principali tecnologie di trattamento e smaltimento dei rifiuti solidi urbani:

    Produzione di CDR, compostaggio, termo riutilizzazione, Biogas.

    ///

    ///

    TEST SEZIONE B

    C

    ///

    Cenni sul Sistema di tracciabilità dei rifiuti

    Definizioni principali ed aspetti innovativi del sistema

    Strumentazione utilizzata

    Obbligo e volontarietà del sistema SISTRI

    Operatività del sistema. Procedure di movimentazione

    Utilizzo del portale SISTRI e dei dispositivi (chiavette USB, black box, ecc..)

    ///

    ///

    TEST SEZIONE C

    Questionario di customer satisfaction

  • RESPONSABILE DEL CORSO: Ing. Salvatore Calcagnile

    Sez

    PROGRAMMA

    CONTENUTI

    A

    ///

    Terminologie e definizioni

    Effetti sull’ambiente

    Terminologie e definizioni specifiche: il rumore ambientale, l’orecchio umano.

    Pressione sonora: Frequenza ed intensità.

    Danni all’udito (cenni)

    Legislazione di riferimento in ambito di valutazione del rumore ambientale

    ///

    ///

    TEST SEZIONE A

    B

    ///

    Tecniche di valutazione del rischio rumore e dei sui impatti ambientali

    Fonometro e curva fonometrica ISO

    Decibel e livello equivalente

    Zonizzazione acustica comunale ed ai sensi del D.P.C.M. del 1 marzo 1991

    Caratteristiche del tecnico competente in materia di acustica ambientale

    Caratteristiche del fonometro per le misurazioni ambientali e del calibratore

    Esempio di una valutazione di impatto acustico ambientale

    ///

    ///

    TEST SEZIONE B

    C

    ///

    Le procedure e le metodologie per il contenimento degli impatti ambientali

    Interventi sulle sorgenti di rumore;

    Interventi sulla propagazione delle onde sonore;

    Interventi sulla organizzazione razionale del lavoro al fine di ridurre i rischi di impatto acustico;

    Interventi di mitigazione ambientale: barriere antirumore

    ///

    ///

    TEST SEZIONE C

    Questionario di customer satisfaction


  • RESP. DEL CORSO: Ing. Salvatore Calcagnile

    Sez

    PROGRAMMA

    CONTENUTI

    A

    ///

    Terminologie e definizioni

    Terminologie e definizioni specifiche.

    Chi è l’Energy Manager e quando è obbligatorio nominarlo.

    Termini e modalità per le comunicazioni obbligatorie al Ministero delle Attività Produttive

    Le E.S.CO. e le loro attività

    Analisi della legislazione e delle normative di riferimento

    ///

    ///

    TEST SEZIONE A

    B

    ///

    Tecniche di diagnosi energetica

    Analisi dei risultati

    Indicatori progettuali e gestionali di efficienza energetica.

    Tecniche tradizionali ed innovative per la diagnosi energetica: schede raccolta dati; Software; metodi combinati.

    Analisi delle tipologie e delle metodologie costruttive.

    Esempio di reportistica relativa ad un progetto di diagnosi energetica.

    ///

    ///

    TEST SEZIONE B

    C

    ///

    Azioni per il contenimento e la razionalizzazione dei consumi energetici

    Impiego di fonti energetiche rinnovabili (solare fotovoltaico, solare termico a circolazione naturale ed a circolazione forzata, limitazioni delle dispersioni termiche, aumento dell’efficienza energetica degli impianti, termoregolazione e contabilizzazione dei consumi, gestione degli impianti termici centralizzati con contratto servizio energia, gestione individuale del riscaldamento da impianto centralizzato, sostituzione di generatori di calore).

    ///

    ///

    TEST SEZIONE C

    Questionario di customer satisfaction


  • DOCENTE: Dott.ssa Mariangela Nisi

    Sez

     

    PROGRAMMA

     

    CONTENUTI

    ///

    ///

    Questionario d’ingresso

     

    A

    ///

    Concetti base sul SISTRI

     

    Nascita del SISTRI. Flussi informativi del SISTRI. Soggetti coinvolti. Consegna dispositivi. Procedura di iscrizione. Procedura di pagamento contributi.

    ///

    ///

    TEST SEZIONE A 

     

    B

    ///

    Operatività del SISTRI 

    Operatività del sistema SISTRI. Area Registro Cronologico. Area Movimentazione. Accettazione rifiuto. Respingimento rifiuto.

    ///

    ///

    TEST SEZIONE B 

     

    C

    ///

    Procedure specifiche del SISTRI 

    Procedure particolari. Black out informatico. Microraccolta. Cantieri temporanei. Attività esterne. Autospurgo e manutenzione di reti fognarie. Trasporto intermodale. Rifiuti provenienti dall’estero. Gestione veicoli fuori uso. Cambio destinatario durante il trasporto. Trasbordo rifiuti. Sanzioni

    ///

    ///

    TEST SEZIONE C 

     

     

     

    Simulazioni del sistema SISTRI

     

     

     

     

     

    Simulazione Software SISTRI.

     

     

     

    ///

    ///

    TEST SEZIONE D 

     

    ///

    ///

    Test uscita SISTRI

     

     

     

    Questionario di customer satisfaction